Immagini di alcuni lavori

Paolo Baiocco

Regista

Architetto, scenografo, costumista e regista.

Dal 1982 al 2018 ha scritto oltre 40 testi teatrali. Si forma sotto la guida di Grotowski il Laboratorio Europeo di Pontedera e con Eugenio Barba, prima all'I.S.T.A. – International School of Theatre Antropology - e successivamente presso il laboratorio dell'Odin Teatret in Danimarca.

In campo cinematografico ha lavorato nel film “La Traviata” di Franco Zeffirelli e, nella duplice veste di autore e regista, ha diretto il film "O dolze, antico amore" prodotto da RAI3.

Fonda una compagnia teatrale e in dieci anni produce oltre trenta pièce tratte dal repertorio classico e moderno: Boccaccio, Shakespeare, Cervantes, Casanova, Hugo, Dumas, Verga, Garcia Lorca. Due degli oltre 20 testi teatrali da lui scritti e rappresentati, ottengono grande successo di critica e pubblico e vengono pubblicati dalla rivista SIPARIO. Scrive diverse sceneggiature per la TV ed il Cinema. Nel 1988 inizia una lunga collaborazione con il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto cura la regia di più di dieci Opere (L’Italiana in Algeri, La Serva padrona, La Traviata e molte altre). Cura la regia di due Opere per il Maggio Musicale Fiorentino (L’Inganno Felice di Rossini e Perso per perso di Baggiani), e Falstaff per il Verdi di Sassari.

Per tre anni sue regie di Opera Lirica vanno in Giappone (nel 2002 La Serva padrona ed Il Giocatore). Viene invitato nel 2003 a Kyoto per una nuova produzione de La Traviata. Una sua nuova regia della stessa opera nel 2004 ottiene grande successo a Tokio ed Osaka, e va in tournèe nelle 12 città più importanti del Giappone. Nel 2005 progetta l’allestimento e cura la regia di una nuova produzione di Attila di Verdi al Teatro dell'Opera di Roma. È invitato in diversi Festival internazionali, in Francia (Festival di Tours e Festival di Rouen), in Grecia (Festival di Tessaloniki), Spagna (Barcellona) e nel suo paese, l’Italia (Palermo, Gargano, Sassari, Roma, Ascoli, Assisi, Spoleto, Todi, Perugia, Pisa).

Per il Teatro alla Scala di Milano cura la regia di 25 Opere-video delle interpretazioni di Maria Callas, e progetta la Mostra per il 20° anniversario della morte della grande soprano greca. Nel 2006 progetta un teatro all’aperto da 1800 posti per Narni Opera Festival, inaugurato con la sua direzione artistica e la regia di Aida di Verdi. Per il Teatro Carlo Felice di Genova crea un grande Evento, omaggio a Maria Callas nel ruolo di Isotta nell’Opera Tristano ed Isotta di Wagner.

Parallelamente alla carriera di regista, scenografo e costumista, collabora con l’Università di Perugia come docente di “Regia”. Nel 2009 cura la regia de La Traviata di Verdi per il Teatro di Messina, la Norma di Bellini per il Korean National Opera di Seoul, e L’Elisir d'amore in co-produzione con i teatri koreani di Goyang, Daegu e Daejeon. Nel 2011 cura regia e scenografia de Le Baccanti di Euripide per Thoc (Teatro Nazionale di Cipro). Nel 2012 crea un grande evento a Roma, “Leyendas del amor” per il Convegno Internazionale RomeMethaphysics, e a Cipro una Mostra Personale di pittura. Nel 2013 scrive il dramma “Quanno l'Agnolo sonò per lo fijolo de lo mercante de Assisi” a Narni, dirige una nuova versione de Il Trovatore a Tolentino e presenta al Teatro Comunale di Narni “Aida e la mummia di Ramose”. A gennaio 2014 cura regia, scena e costumi di “Livietta e tracollo” per il Teatro Cucinelli di Solomeo, produzione che verrà invitata dal Teatro Nazionale di Ulaambator in Mongolia. Nello stesso anno dirige Carmen per TeatrOpera Tolentino Festival e Don Giovanni per Narni Festival. Ad ottobre viene invitato ad Ischia per organizzare nella Villa di Luchino Visconti “Omaggio a Callas e Visconti” con la cantante greca Maria Papaioannou; subito dopo va a New York a dirigere una master-class per giovani cantanti americani.

Nel 2015 dirige RIGOLETTO per l’International Opera Festival di Daegu in Corea e Otello per Belgrade National Theatre. A dicembre dirige Suor Angelica a Cipro.

A maggio del 2016 è impegnato nella realizzazione dell'evento Belcanto a Nicosia; a giugno mette in scena "La Mandragola" di Machiavelli ad Acquasparta. A luglio dello stesso anno dirige lo spettacolo "Under the shadow of the olive tree" nell'antico teatro romano di Limassol a Cipro.

Ad agosto insegna "Staging" a Novafeltria per Classic Lyric Arts, e dirige "Mater" per il Festival TeatrOpera di Tolentino.

Nel 2016 lavora in Suor Angelica a Tolentino, La Mandragola ad Acquasparta, e dirige una Masterclass per cantanti d’opera a New York.

Nel 2017 è la volta de “El Retablo de las Meravillas ” di Garcia Lorca, “Mater” di Pergolesi (Italia e Cipro), l’evento Telethon-Cyprus e due Masterclass in Austria e Italia. Nel 2018 dirige “Le Baccanti” di Euripide in Italia, e due Masterclass in Austria e Italia nonchè il Concerto-spettacolo “Nostalgia” a Cipro ed “Omaggio a Rossini” a San Marino.

© 2018 Made by Samuela Solinas 

Samuela Solinas P.IVA 01739480331 - Giacomo Prestia P.IVA 04382020487 

  • Facebook Social Icon
  • Instagram Icona sociale
  • YouTube Icona sociale